result
Fog in Venice
Arrendersi a Venezia: il progetto di Francesco Croce e Sara Pellegrino.

Ci sono alcuni progetti che non sentono l’usura del tempo: forse per il tema che toccano, forse per la cura con cui vengono realizzati, forse per una certa quota di originalità che li contraddistingue sin dall’idea base e che evita il formarsi di una naturale patina di obsolescenza. “Fog in Venice” di Francesco Croce e Sara Pellegrino è uno di questi: è stato realizzato due anni fa e, complice un autunno che tarda a manifestarsi nella sua vera essenza, il nostro vuole essere un omaggio a un lavoro atmosferico e prezioso, che pensiamo sia giusto condividere con la community di Italianism.

Francesco e Sara sono una coppia nella vita e nella professione: lui è art director, di origine calabrese; lei è fotografa ed è nata in Puglia. Risiedono a Roma.

“Non hai mai visto Venezia? La gente arriva da tutto il mondo per vedere Venezia”. Preparano il viaggio con cura. “Andiamo a Venezia, tre giorni sono pochi ma noi la divoreremo, ci bagneremo gli occhi e scopriremo ogni suo segreto”. Prenotano il treno. Partono. E’ l’11/11/2015.

 

“Essere su  un treno ed aspettare, trepidante, di approdare a Venezia, quell’ingorgo di bellezza luccicante sotto i raggi del sole di cui tutti ti hanno sempre parlato e tu non hai visto mai. Arrivare a Venezia e accorgersi che qualcuno ha avuto premura per te.

Non va bene ingozzarsi”.

 

 

“Qualcuno, con minuzia ha deciso di distillare per te le cose da vedere, ha ritagliato un’architettura, un ponte, una statua, e le ha incollate su questo foglio lattaginoso, un po’ appiccicoso. Questo bianco mi destabilizza, non sono abituata, è come soffocare. Anche i suoni si soffocano, le voci, filtrate, giocano a nascondino e gli odori sono strani. Sono stata tre giorni inzuppata nel latte a Venezia, dopo un po’ la vista si arrende. Faticando a mettere a fuoco all’infinito, si arrende all’immediato. Dove vanno a finire quei piccioni? Io non conosco questo posto, e a questa surrealtà non rimane che arrendermi”.

 

 

Ora ho paura di tornare a Venezia e non riconoscerla“.

“Fog in Venice” è un progetto autoprodotto, disponibile in versione cartacea, con una ampia descrizione digital e social. Per regalarvi e regalare una copia numerata (costo 7 euro), potete inviare una mail a: francesco.croce1@gmail.com.